Studio Legale Avv. Salvatore Ponzo - email: avv.ponzo@gmail.com - Tel: +39.347.70.20.608

.












AREA DI ATTIVITA'

DIRITTO CIVILE

risarcimento del danno in genere, responsabilità, separazione e divorzio, recupero crediti, contratti, sinistri stradali, responsabilità medica, amministrazione di sostegno, sovraindebitamento, ecc...

DIRITTO BANCARIO

verifica contratti bancari, ricorsi ed opposizioni a decreti ingiuntivi ed esecuzioni immobiliari, pignoramenti, illegittima segnalazione CRIFe/ in Banca d'Italia, ecc..

RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA' MEDICA E SINISTRI 

danno da malpractice medica, danni da errata diagnosi (ritardata, mancata, sbagliata, ecc..), responsabilità del medico e della struttura sanitaria, errori di trattamento, errori di comunicazione, sinistro stradale e rivalutazione delle lesioni e del danno materiale, diritto dei familiari della vittima, ecc...


Lo Studio legale dell'avvocato Salvatore Ponzo è situato a Lecce ed in Provincia di Lecce (Taurisano) ed esercita anche a distanza in tutto il territorio italiano - si occupa di soluzioni al debito, contenzioso Tributario, cartella esattoriale (o cartella di pagamento), ricorso tributario, intimazione di pagamento, sovraindebitamento e piano del consumatore, accertamenti da parte dell'Agenzia delle Entrate, verifiche della Guardia di Finanza, annullamento delle cartelle esattoriali,  opposizione a pignoramento presso terzi, registrazione e protezione del marchio, diritto bancario, codice rosso, responsabilità medica, ecc. Riceve per appuntamento, offre disponibilità per le sostituzioni/domiciliazioni legali ai colleghi di altri fori. Se sei un'azienda o una società e desideri sottoscrivere una convenzione con lo studio legale contatta lo Studio per ricevere maggiori informazioni sui costi e i vantaggi. L'Avvocato Ponzo è abilitato a patrocinare le cause che richiedono il Patrocinio a spese dello Stato (c.d. "gratuito patrocinio") per coloro che rientrano nelle fasce di reddito previste dal legislatore

 ULTIMI POST DEL BLOG - CASI STUDIO TRATTATI

casi studio trattati di recente relativamente alla materia tributaria o contributiva

La Corte di Cassazione con la recentissima sentenza n. 25315 del 24 agosto 2022 ha ribadito il principio secondo cui le sanzioni tributaria non si trasmettono agli eredi, distinguendo il diverso regime successorio delle sanzioni civili (definite come "sanzioni aggiuntive" destinate a risarcire il danno ed a rafforzare l'obbligazione) rispetto...


I miei e-book liberamente scaricabili

ebook cartella esattoriale. Scarica gratis
ebook cartella esattoriale. Scarica gratis

ebook gratuiti liberamente scaricabili:l'ebook sulla cartella esattoriale contiene alcune utili informazioni per comprendere meglio il contenuto della cartella esattoriale e i motivi principali di annullamento della cartella.

NOTIZIE IN PRIMO PIANO

E' POSSIBILE RIDURRE DRASTICAMENTE I PROPRI DEBITI?

Sovraindebitamento (L. 3/2012), (detta anche "Legge Salva-suicidi") ovvero la difficoltà per il consumatore, soggetto non fallibile, piccola impresa, ecc., di far fronte ai propri debiti dovuta ad uno squilibrio tra la propria disponibilità economica ed i debiti accumulati nel tempo.

La finalità principale della legge sul sovraindebitamento è stata fin dall'origine quella di permettere legalmente al debitore di pagare quanto gli è possibile e di vedersi cancellato/ridotto notevolmente il debito che non può essere pagato.

Include tutti i tipi di debito (Banche, finanziarie, privati, fornitori, Enti Pubblici, Cartelle esattoriali, ecc..) tranne quelli relativi al mantenimento (alimenti, ecc.)

Soggetti interessati:

  • Consumatori, (persone fisiche senza partiva IVA - dipendenti pensionati e inoccupati, ecc)
  • Piccole imprese non fallibili (fatturato inferiore a 200.000 euro annui, patrimonio inferiore a 300.000 euro e debiti inferiori a 500.000 euro)
  • Aziende agricole di tutte le dimensioni
  • Professionisti iscritti ad albi e ruoli
  • Start up innovative
  • Enti no profit (onlus, associazioni, ecc)
  • ESEMPIO- DECRETO DI OMOLOGA DEL TRIBUNALE DI MILANO - PIANO DEL CONSUMATORE MARZO 2022

Il D.Lgs n.14/2019 (Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza) in vigore dal 15 luglio 2022, ha sostituito la Legge n.3/2012...

IMU SULLA CASA DEL CONIUGE? SI PRONUNCIA LA CORTE COSTITUZIONALE E APRE LA STRADA PER I RIMBORSI SULL'IMU VERSATA

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 209 del 13 ottobre 2022, apre, difatti, la stagione dei rimborsi Imu per le famiglie radicate in comuni diversi. Ad una prima analisi della pronuncia è possibile affermare che i coniugi effettivamente residenti in Comuni diversi che non hanno potuto fruire dell'esenzione da abitazione principale e che hanno pagato l'IMU per le annualità ancora suscettibili di accertamento, potranno presentare istanze di rimborso ai Comuni competenti. Quindi niente Imu sulla seconda casa se è la residenza di uno dei coniugi. La Corte Costituzionale, in sostanza, ha giudicato illegittima la norma contenuta nella legge istitutiva dell'Imu (la legge di bilancio 2012, dl 201/2011, all'art. 13 comma 2) che vieta a due coniugi di avere l'esenzione Imu su entrambe le abitazioni quando ognuno dei due possegga un alloggio dove risiede e dove ha dimora abituale. Tale decreto Legge ha introdotto il concetto di nucleo familiare, ed ha sancito che una coppia sposata deve fissare la dimora abituale, e su quella non pagherà l'Imu, mentre sugli altri immobili, anche se occupati abitualmente, non scatta l'esenzione anzidetta. E' facile constatare come, per contro, una coppia non sposata, invece, non costituendo "nucleo familiare", non deve indicare un'unica dimora abituale, e quindi gode di una doppia esenzione Imu. 


DOCUMENTI LIBERAMENTE SCARICABILI

Contratto fac-simile locazione turistica

        contratto di locazione turistica per brevi periodi liberamente scaricabile ideale per regolamentare accordi tra privati di affitto di case-vacanza                                 

Comodato d'uso gratuito - contratto fac- simile

contratto di comodato d'uso gratuito liberamente scaricabile, ideale per il proprietario di un immobile che vuole concedere l'utilizzo di un'abitazione o altro locale ad altra persona in modo gratuito per un determinato periodo concordato tra le parti.

Disdetta contratto locazione                download

lettera fac.simile per comunicare la volontà di recedere anticipatamente dal contratto di locazione per gravi motivi

Affitto - messa in mora del conduttore

lettera di messa in mora che il proprietario di un immobile può utilizzare nei confronti dell'inquilino che non ha pagato uno o più canoni di locazione

Riconoscimento di debito e piano di dilazione - fac-simile

dichiarazione con cui un soggetto debitore riconosce il proprio debito nei confronti del creditore e propone un piano di rientro rateizzato, con accettazione del creditore

Tabella prescrizione tributi erariali

tabella con indicazione del periodo in cui si prescrivono i tributi tra cui IVA, IRAP, IRPEF, IMPOSTA DI REGISTRO, CANONE RAI, ECC

Tabella prescrizione tributi locali

tabella con indicazione del periodo in cui si prescrivono i tributi locali tra cui ICI, IMU, TASI TARI, ecc...

Articoli e soluzioni al debito

L'INCAPIENTE: LA POSSIBILITA' DI CANCELLARE I DEBITI SENZA PAGARE

Avv. Salvatore Ponzo, 01.03.2024

L'esdebitazione del debitore incapiente rappresenta la nuova procedura prevista a favore dei soggetti sovraindebitati ed è stata introdotta di recente dal Decreto Ristori (D.L. n. 137/2020), che ha modificato la legge 3 del 2012.(c.d. Legge anti-suicidi) e dal Nuovo Codice della Crisi e dell'Insolvenza.

In buona sostanza, il soggetto interessato è la persona fisica (debitore) "che non sia in grado di offrire ai creditori alcuna utilità, diretta o indiretta, nemmeno in prospettiva futura", cioè sia privo di redditi e di beni patrimoniali, oppure abbia uno stipendio talmente basso che basti a malapena a soddisfare le esigenze del suo sostentamento e della propria famiglia.(...continua...)

CRIF - LA CANCELLAZIONE DEI DATI

Avv. Salvatore Ponzo, 11.10.2020

CRIF è una società specializzata in sistemi di informazioni creditizie (SIC - sistema che raccoglie informazioni su finanziamenti erogati o semplicemente richiesti, trasmessi direttamente da banche e società finanziarie), business information e soluzioni per la gestione del credito.....(continua..)

LA RESPONSABILITA' MEDICA E DELLA STRUTTURA SANITARIA

Avv. Salvatore Ponzo, 12.03.2024

La responsabilità per colpa medica affonda le proprie radici nella nostra Carta Costituzionale. Infatti l'art. 32 della Costituzione Italiana sancisce la tutela alla salute pubblica come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, secondo i principi di rispetto della persona umana.

La responsabilità medica si inserisce nel più ampio filone della responsabilità professionale, che trova il suo fondamento normativo nel Capo II del titolo III del Libro V del codice civile, in particolare nella parte in cui l'art. 2236 c.c.[...]

Gli errori che possono implicare la eventuale responsabilità medica sono molteplici.

E' possibile, tuttavia, indicare quelli più frequenti affrontati dalla giurisprudenza di merito e di legittimità:

  • diagnosi errate, tardive, incomplete
  • mancata informazione al paziente sui rischi e sulle alternative di trattamento
  • errori nella somministrazione di farmaci
  • negligenza nell'assistenza sanitaria (errata, insufficiente, tardiva)
  • chirurgie errate o eseguite in modo improprio o non corretto
  • [...]

continua

SENTENZE

Corte Costituzionale - sentenza n. 209 del 13 ottobre 2022.

NIENTE IMU SULLA SECONDA CASA SE E' LA RESIDENZA DI UNO DEI CONIUGI. APERTA LA STRADA PER I RIMBORSI QUINQUENNALI

La Corte costituzionale, con la sentenza 209/2022, ha giudicato illegittima la norma contenuta nella legge istitutiva dell'Imu (la legge di bilancio 2012, dl 201/2011, all'art. 13 comma 2) che vieta a due coniugi di avere l'esenzione Imu su entrambe le abitazioni quando ognuno dei due possegga un alloggio dove risiede e dove ha dimora abituale.


.

Cassazione Civile - sentenza n. 12832 del 22/04/2022

NULLA LA NOTIFICA EFFETTUATA NEL LUOGO DI RESIDENZA O DOMICILIO ERRATI

L'erronea individuazione del luogo di residenza o di domicilio del destinatario (anche soltanto per mera inesattezza nell'indicazione del numero civico) impedisce il perfezionamento della notifica, anche nell'ipotesi in cui l'atto sia stato ricevuto da persona diversa, trattandosi di luogo privo di qualsivoglia collegamento con la persona del destinatario.

Corte di Cassazione, sentenza n.25315 del 24 Agosto 2022, sez. V

LE SANZIONI CONTENUTE NELLA CARTELLA ESATTORIALE NON SI TRASMETTONO AGLI EREDI

Le sanzioni contenute nelle cartelle esattoriali non si trasmettono agli erediper via della loro natura personale ed afflittiva, differenziandosi dalle sanzioni civili le quale hanno un carattere aggiuntivo rispetto alle obbligazioni cui sono collegate e quindi trasmissibili.

Corte di Cassazione, Ordinanza n. 7994/2023, 

NOTIFICA AVVISI  E ATTI TRIBUTARI

notificazione degli avvisi e degli atti tributari impositivi art. 140 c.p.c. solo ove sia conosciuta la residenza o l'indirizzo del destinatario che, per temporanea irreperibilità, non sia stato rinvenuto al momento della consegna dell'atto.

Mentre va effettuata ex. art. 60, lett. e), D.P.R. n. 600/1973 quando il notificatore non reperisca il contribuente perché trasferitosi in luogo sconosciuto, sempre che abbia accertato, previe ricerche, attestate nella relata, che il trasferimento non sia consistito nel mero mutamento di indirizzo nell'ambito dello stesso Comune del domicilio fiscale.

Cassazione Civile, sent. n. 2044/2023, 24/01/2023

LA PRESCRIZIONE DELLA RICOSSIONE DEGLI INTERESSI E' QUINQUENNALE

Interessi e sanzioni sono soggetti al termine quinquennale di prescrizione della riscossione. La prescrizione degli interessi che accedono a obbligazioni tributarie è regolata da una norma di diritto comune quale l'art. 2948, n. 4, c.c., secondo cui l'obbligazione relativa agli interessi riveste natura autonoma rispetto al debito principale e soggiace al generalizzato termine di prescrizione quinquennale fissato dalla suddetta disposizione 

Corte di Cassazione, sentenza n. 34634/2022

MOTIVAZIONE DELLA CARTELLA ESATTORIALE IN ORDINE AL CALCOLO DEGLI INTERESSI 

Sul controllo automatizzato ex art. 36-bis D.P.R. n. 600/1973,  è onere della Amministrazione finanziaria indicare il parametro normativo relativo al computo degli interessi effettuato.

Corte di Cassazione, Ordinanza n. 29182 del 20 ottobre 2021

NULLITA' ACCERTAMENTO A CARICO DEL PROFESSIONISTA

È nullo l'accertamento a carico del professionista emesso dall'ufficio per le irregolarità nel conto cassa. Si tratta, infatti, di una registrazione contabile facoltativa che non giustifica l'atto impositivo.

Corte di Cassazione, sez I, sentenza n. 24641 del 13/09/2021

DIRITTO BANCARIO E DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA AL CLIENTE

In tema di contratti bancari, il cliente della banca ha diritto ad ottenere, a proprie spese, copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni, ivi compresi gli estratti conto, e tale può essere esercitato in sede giudiziale attraverso l'istanza di cui all'articolo 210 c.p.c., in concorso dei presupposti previsti da tale disposizione, a condizione che detta documentazione sia stata precedentemente richiesta alla banca e quest'ultima, senza giustificazione, non vi abbia ottemperato.

Corte di Cassazione, sent. 24895/2021 - 30/06/2021

COLPA MEDICA: LO SPECIALISTA DEVE PRESCRIVERE LA TERAPIA OLTRE AD EFFETTUARE LA DIAGNOSI

In tema di colpa del medico, lo specialista non può solo effettuare la diagnosi, ma deve anche prescrivere la terapia, somministrare i farmaci o controllare che gli altri lo facciano

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 1, 18 febbraio 2021, n. 4270

La procedura di sovraindebitamento è ammissibile anche se viene omologato un piano che considera il pagamento del solo l'8% dei crediti privilegiati e quelli garantiti da ipoteca e pegno

Cassazione Civile, Ord. 12794/2021

Separazione: anche il tradimento "virtuale" (non solo quello carnale) tramite chat (Whatsapp) può giustificare la separazione con addebito.

Cassazione Ordinanza n. 20647 del 29 settembre 2020- cartella esattoriale - notifica nulla

E' nulla la notifica della cartella esattoriale quando il fisco non produce in giudizio la ricevuta di ritorno della CAD (comunicazione di avvenuto deposito).

Cassazione Civile Ord. Sez. 5 Num. 22477 del 18/7/2022

Va applicato il CUMULO GIURIDICO alla stessa violazione IMU/ICI ripetuta negli anni.

«In tema di ICI, in ipotesi di più violazioni per omesso o insufficiente versamento dell'imposta relativa ad uno stesso immobile, conseguenti a identici accertamenti per più annualità successive, si applica il regime della continuazione attenuata di cui all'art. 12, comma 5, del d.lgs. n. 472 del 1997, che consente di irrogare un'unica sanzione, pari alla sanzione base aumentata dalla metà al triplo».

Cassazione Civile Ord. Sez. 5 Num. 21810 del 11/7/2022

Per quanto  attiene ai tributi locali, con la legge n. 296 del 2006 (Finanziaria del 2007), in particolare con il 161 e il 163 comma dell'art. 1, il legislatore ha provveduto a dettare per i suddetti tributi un termine unitario di decadenza, sia per l'esercizio dell'attività di accertamento, sia per la notifica del primo atto di riscossione avendoli, poi, questa Corte, a partire dalla sentenza n. 4283 del 2010 (Rv. 611888 - 01), ricondotti nell'alveo delle prestazioni periodiche collegate ad una causa debendi continuativa, per le quali opera il termine breve quinquennale di prescrizione ai sensi dell'art. 2948, n. 4, c.c.

Cassazione Sezioni Unite sent. n. 10012/2021

In tema di notifica di un atto impositivo ovvero processuale tramite servizio postale, qualora l'atto notificando non venga consegnato al destinatario per rifiuto a riceverlo ovvero per sua temporanea assenza ovvero per assenza o inidoneità di altre persone a riceverlo, la prova del perfezionamento del procedimento notificatorio può essere data dal notificante - in base ad un'interpretazione costituzionalmente orientata (artt. 24 e 111, comma 2, Cost.) dell'art. 8 della l. n. 890 del 1982 - esclusivamente attraverso la produzione in giudizio dell'avviso di ricevimento della raccomandata contenente la comunicazione di avvenuto deposito (cd. C.A.D.), non essendo a tal fine sufficiente la prova dell'avvenuta spedizione della suddetta raccomandata informativa;

RICORSO FAC SIMILE CONTRO INTIMAZIONE DI PAGAMENTO DINANZI AL GIUDICE DI PACE - (aggiornato all'anno 2024)

RICORSO FAC SIMILE ANNULLAMENTO TASSA AUTOMOBILISTICA - GIUDICE TRIBUTARIO (BOLLO AUTO RICHIESTO CON INTIMAZIONE DI PAGAMENTO) aggiornato all'anno 2024

Avvocato Salvatore Ponzo

Avvocato del foro di Lecce, 

laureato in giurisprudenza e abilitato all'esercizio della professione legale dall'anno 2012. E' titolare dello "Studio legale Ponzo", si occupa di diritto tributario (tasse, Irpef, Iva, Imu, cartelle esattoriali, ecc..), diritto civile, diritto dei marchi e materie correlate, sovraindebitamento e soluzioni al debito in generale.

Si occupa, inoltre, di diritto penale relativamente a maltrattamenti, codice rosso, truffa, ecc..

E' socio e Consigliere Nazionale A.I.G.A. (associazione italiana giovani avvocati), componente del Dipartimento Nazionale di Diritto Tributario e Pianificazione Finanziaria della Fondazione "T. Bucciarelli", nonchè attuale Segretario del Comitato Pari opportunità del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Lecce.

Riceve per appuntamento a Lecce ed in Provincia di Lecce (Taurisano), patrocina su tutto il territorio nazionale.

CONTATTI

tel. 347.7020608 (pref. dalle 16:00 alle 19.30 - Lun-Ven.)

E-MAIL: avv.ponzo@gmail.com

Avv. Salvatore Ponzo - Blog legale  
p.iva 04554670754 - Avvocato del foro di Lecce
via Lecce 2/a - 73056 Taurisano (LE)
via Templari 10/a - 73100 Lecce (LE)
mail: avv.ponzo@gmail.com 
p.e.c.: salvatoreponzo@pec.it
tel. 347.7020608 
 
Lo Studio legale dell'avvocato Ponzo, avvocato esperto in diritto tributario con studio in Lecce e Provincia di Lecce, si occupa di contenzioso Tributario, cartella di pagamento, intimazione di pagamento, ricorso contro le cartelle di pagamento, ricorso contro le intimazioni di pagamento, ricorso contro l'iscrizione di ipoteca, sovraindebitamento, accertamenti da parte dell'Agenzia delle Entrate rateizzazioni, verifiche della Guardia di Finanza, soluzioni al debito. Si occupa inoltre da anni di registrazione e protezione dei marchi, illegittima iscrizione in Crif (cancellazioni Crif), responsabilità medica e risarcimento danni, ed altre materie. Riceve a Taurisano (provincia di Lecce) e Lecce città e, in tutta Italia attraverso videocall (teams, skype, altre piattaforme).
Se sei un'azienda o una società e desideri sottoscrivere una convenzione con lo studio legale, contatta lo Studio per ricevere maggiori informazioni. Disponibile per sostituzioni o domiciliazioni, nonchè collaborazioni con altri professionisti (avvocati, commercialisti, consulenti legali, ragionieri, ecc.)

Tutti i diritti riservati 2021
Creato con Webnode Cookies
Crea il tuo sito web gratis!